ANCHE LA FORMAZIONE UNIVERSITARIA PUNTA ALLA SOSTENIBILITÀ

Recentemente si è registrato un forte incremento delle facoltà universitarie, percorsi post-laurea o singoli corsi accademici con una forte impronta “green”, strutturati al fine di formare nuove figure professionali mirate alla salvaguardia dell’ambiente in svariati contesti quali architettura, ingegneria, management e designer.

Nello specifico il rapporto Greenitaly redatto dalla collaborazione tra Fondazione Symbola e Unioncamere esprime una forte tendenza alla realizzazione di “Green Jobs” con oltre 1.900 corsi formativi attivi su tutto il territorio nazionale. L’analisi ha posto anche l’accento sul dato riguardante l’assunzione a seguito di un percorso di studi green, che registra una percentuale pari al 60%. Esempi di queste nuove formazioni in ottica green sono le molteplici offerte formative introdotte dagli atenei a livello internazionale, dal corso di Architettura ambientale presso il Politecnico di Milano, a quello di Ingegneria energetica a Padova e il master in Enviromental Economics presso la rinomata London School of Economics. L’introduzione di percorsi formativi in ambito sostenibile ha portato molte figure dell’intero ambito formativo a offrire il proprio pensiero a riguardo; ad esempio un professore del dipartimento di Analisi delle Politiche e Management pubblico dell’Università Bocconi, Andrea Gilardoni, e Alessandro Balducci, prorettore del Politecnico di Milano.

Fonte: “L’educazione sostenibile”, Alberto Magnani, 23/02/2014 – IlSole24Ore

ANCHE LA FORMAZIONE UNIVERSITARIA PUNTA ALLA SOSTENIBILITÀultima modifica: 2014-02-28T10:59:49+01:00da pietrocolucci
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento